Velluto-Storia di un ladro
Posted by admin in recensioni on 12 8th, 2008| icon3No Comments »

Silvana D’Angelo, Antonio Marinoni
VELLUTO. STORIA DI UN LADRO

Topipittori – Grilli per la testa
48 pagine
€ 16,00
Velluto, ladro gentiluomo, non cerca preziosi e gioielli, ma felicità e l’inconfondibile odore di famiglia. E’ il naso infatti il suo organo più allenato con il quale sceglie le case in cui introdursi. Come quella della ballerina Corinne, di suo marito e dei suoi bambini, che anche noi percorriamo attraverso le splendide immagini di Marinoni, che fanno di Velluto un libro senza età, da guardare e riguardare.

Pubblicato a Maggio 2007 su Librazzi,Guida ai Libri per ragazzi

Mai contare sui topi
Posted by admin in recensioni on 12 6th, 2008| icon3No Comments »

Gli album illustrati più belli della letteratura per l’infanzia, pubblicati anno per anno, secondo la graduatoria stilata dai librai specializzati di tutta Italia

Il Coordinamento delle Librerie dei Ragazzi, che al momento conta sull’aggregazione di quindici librai specializzati, esprime periodicamente indicazioni qualitative sulle novità editoriali, frutto di confronti e di un lavoro selettivo di gruppo.

Recensione pubblicata su Librazzi,Guida ai Libri per ragazzi

Silvana D’Angelo
MAI CONTARE SUI TOPI
Topipittori
Illustrazioni Luigi Raffaelli
24 pagine
€ 13,00
Questo è un libro che consigliamo a tutti coloro i quali pensano che i libri per bambini debbano essere elementari (eufemismo per non dire banali), con illustrazioni disneyanamente chiare ed immediatamente intelligibili dai bambini e via discorrendo con simili, stupidi preconcetti. Dentro questo libro troviamo tutto il contrario. Partiamo dalle illustrazioni. C’è un po’ tutta l’arte del ‘900. Un pizzico di futurismo, una spruzzata di cubismo, il tutto legato in salsa metafisica. E poi il testo. Un continuo mescolamento tra piani narrativi di chi racconta e chi è raccontato. Troppo complicato per bambini? Assolutamente no. Il risultato è un albo un po’ misterioso, divertente, ironico dove “forse dieci (topini) sono troppi per una storia” e grazie al quale leggiamo un divertente racconto perché “niente libro, niente storia”.